Ad Menu

giovedì 31 dicembre 2009

Buon 2010


mercoledì 23 dicembre 2009

lunedì 21 dicembre 2009

3F: gara a squadre di pasticceria

Oggi pomeriggio ho avuto l'onore e il piacere di far parte della giuria del concorso a squadre di Pasticceria della classe 3F, organizzato dal prof. Matrecano.
Mi hanno fatto compagnia il Dirigente Scolastico, il prof. Battistini e le professoresse Viola e Tranquilli.
Complimenti ai ragazzi. La scelta non è stata facile!
I piatti presentati

Cupola di pan di spagna ricoperto con pasta di mandorleOmelette soufflè ai lamponi
Tortino di crepes all'aranciabavarese zebrata
 Crostatina alla fruttamitcham

1 Posto: Bavarese zebrata
2 Posto: Omelette soufflé ai lamponi
3 Posto: Mitcham


domenica 20 dicembre 2009

Lucoli ringrazia tutti!

video
Bravi i ragazzi, stupendi i colleghi, bella l'organizzazione! Siamo fatti così!!!!!

mercoledì 16 dicembre 2009

Un grande segno di solidarietà: un successo il banchetto per Lucoli

                             

Veramente bravi i ragazzi dell'Alberghiero che hanno lavorato incessantemente con professionalità ed impegno per preparare il banchetto di Natale organizzato per raccogliere fondi per il Comune di Lucoli con il quale si è creato un gemellaggio forte e costruttivo. Il Sindaco di Lucoli, Luciano Giannone, è stato accolto con calore ed affetto dal Preside, Prof. Raimondo Bolletta e da una delegazione di studenti e docenti. Per illustrare la situazione è stato proiettato un video che ha descritto, nel silenzio e nella commozione generale, il dramma del terremoto. Il Sindaco ha poi brevemente illustrato la situazione attuale, ha risposto alle domande dei ragazzi, è stato da loro intervistato. Il gruppo di studenti che ha partecipato al progetto "la rai che farai" ha realizzato le riprese per montare un video, prima vera produzione propria. Poi è iniziato il pranzo, aperto dall'aperativo accompagnato da raffinati antipasti e proseguito in sala con piatti degni della più raffinata cucina romana. A conclusione un gemellaggio con l'Abruzzo, torta caprese-pan dell'orso, a simboleggiare una vicinanza che non vuole e non può avere barriere territoriali. Stupenda e grande è stata la partecipazione dei docenti e del personale ausiliario dell'Alberghiero, si è mostrato un grande spirito di gruppo ed un forte senso della solidarietà che è il più grande messaggio che una scuola possa dare ai giovani. Oggi siamo veramente tutti cresciuti ancora un po', insieme, nel segno e nel sogno di una ricostruzione possibile per questo comune dell'aquilano che da oggi, sicuramente, ci è ancora più caro e vicino!
http://ricostruirelucoli.blogspot.com/2009/12/lalberghiero-v-gioberti-per-lucoli-un.html

venerdì 11 dicembre 2009

Un pranzo per la gente di Lucoli (AQ)

Mercoledì 16 dicembre gli studenti e i docenti di sala e cucina dell'Istituto, organizzeranno un pranzo di Natale per raccogliere fondi da destinare ai progetti a sostegno della popolazione del comune di Lucoli(AQ), duramente colpito dal terremoto dello scorso aprile.


Il pranzo si inserisce in un progetto più ampio di sensibilizzazione ed educazione alla solidarietà che l'Istituto Gioberti persegue e reputa parte fondamentale del percorso educativo. I ragazzi dell'alberghiero nel mese di maggio si erano già recati a Lucoli, tendopoli di Casamaina, organizzando ed offrendo un pranzo a base di pesce alla popolazione ivi accolta. L'idea è quella di continuare a sostenere la ripresa di Lucoli e questo pranzo è un'importante occasione di incontro e crescita. Parteciperanno docenti dell'Istituto, genitori, sostenitori di Lucoli e quanti vorranno far sentire la loro presenza regalandosi nel contempo qualche ora di spensierata simpatia in compagnia dei giovani cuochi e del personale di sala. La quota di partecipazione, interamente devoluta, è di 30 euro. Chi volesse può dare l'adesione inviando una mail contenente i propri dati e recapito all'indirizzo di posta

entro lunedì 14 ore 13.00, riceverà una mail di conferma della prenotazione ( fino al raggiungimento dei posti disponibili).

Finger food

Oggi in occasione di un'esercitazione speciale, gli studenti della 3F tra le altre cose si sono cimentati nella preparazione di gustosi finger food.
Un assaggio "fotografico"....












mercoledì 2 dicembre 2009

Progetto Memoria: diario da Berlino


Qual è l'aspetto più affascinante di Berlino, la cosa che più è rimasta di questo viaggio? Il senso della Storia, quella con la "s" maiuscola, quella che oggi è il nostro presente!
Il progetto"Viaggi nella Memoria.Per non dimenticare la tragedia del '900", patrocinato dal Comune di Roma, Assessorato e Dipartimento politiche Educative e Scolastiche, quest'anno ha offerto ad un gruppo di studenti dell'Alberghiero accompagnati dalla Prof.ssa S. Cavina l'opportunità di conoscere Berlino, il passato più lontano, quello più recente, fino all'oggi.
Calato immediatamente nell'atmosfera unica della città tedesca, il gruppo si è trovato sotto la Porta di Brandeburgo, immagine simbolo di Berlino risalente al periodo di massima potenza dell'allora Regno di Prussia. Ma la Porta è anche stata testimone dei fatti più drammatici del"secolo breve", le parate naziste, i bombardamenti che rasero quasi al suolo la capitale tedesca, il muro che la inglobò per poi liberarla il 9 novembre 1989.


La Germania ha , però, fatto i conti con la propria storia, con i terribili errori, con le pagine oscure e orribili del passato. L'Holokaust Denkmal con i suoi 2711 blocchi di cemento di altezze diverse che formano un ordinato labirinto dell'orrore è stato voluto a perenne memoria della Shoah. Qui si respira tutta l'atrocità di una pagina buia del recente passato che non si vuole e non si deve dimenticare. Lo spazio è aperto, non è recintato, ognuno, in ogni momento del giorno o della notte può fare qui il proprio viaggio nella Shoah.


E poco distante ecco il Muro, l'altro imponente simbolo del "secolo breve", l'altra ferita di questa città, divisa, contesa, simbolo della Guerra Fredda.
I berlinesi ed i tedeschi tutti hanno prima abbattuto quel muro, a picconate, con le mani, volevano liberarsi da quell'ostacolo che per 28 anni ha diviso famiglie, ha visto due modelli di sviluppo, ha conosciuto tragiche fughe. Ma poi hanno capito che quel muro doveva restare, almeno in parte, anche questa è memoria, anche questa è tragedia, anche con questo passato bisogna fare i conti!


Ed ecco il Checkpoint Charlie, la più famosa "porta" verso l'ovest durante gli anni del muro, oggi attrazione turistica .

Berlino è oggi una moderna capitale europea, all'avanguardia per architettura ed urbanistica, centro di cultura e formazione, grande attrazione per studenti di tutto il mondo. Nella città si respira un'aria speciale e multiculturale, si coglie ad ogni angolo il passato, il presente ed il futuro. L'ombra del muro sta lentamente scomparendo.....