Ad Menu

mercoledì 16 marzo 2011

Per celebrare l'Unità d'Italia

Per celebrare l'unita` d'Italia e la festa del 17 marzo i docenti Anna Saracino, Luca Sbano e Livia Testa hanno organizzato un progetto con alcune classi per illustrare ed approfondire alcuni aspetti della storia del nostro Paese.

1. Il Prof Sbano: Partendo dalla travagliata storia del monumento a Giordano Bruno eretto a Campo de'Fiori a Roma nel 1889, e` stata illustrata l'importanza della difesa della liberta` di ricerca sia in ambito scientifico che artistico, sottolineado come questa fu avversata dal potere religioso e poi dal nazifascimo nel XX secolo. Tanto e` fondamentale nella fondazione culturale dell'Italia che la Costituzione della Repubblica recepisce e difende questi valori negli Articoli n.9 e n.33.

2. La Prof.essa Saracino: Centrale nella formazione della cultura di un paese e` la questione della lingua, nel nostro Paese le figure di Alessandro Manzoni e Giovanni Verga sono fra quelle che maggiormente hanno operato al fine di costruire una unitarieta` linguistica, che solo la scuola pubblica presente su tutto il territorio ha potuto avviare a realizzazione. Gli Articoli n. 5 e n. 34 della Costituzione della Repubblica ci richiamano appunto il valore dell'unita` e l'importanza fondamentale dell'istruzione pubblica. Il contributo e` stato arricchito da alcune letture effettuate dagli studenti di brani provenienti da "I Promessi Sposi" di A Manzoni e dei Malavoglia di G. Verga.

3. La Prof.essa Testa: L'unita` del paese fu messa a dura prova durante la Seconda Guerra Mondiale dalle barbarie fascista. La Costituzione repubblicana nacque appunto per ricostituire politicamente ma soprattutto moralmente un paese ferito e diviso. L' Articolo n. 2 sancisce la centralita` dei diritti del cittadino come singolo e come attore sociale. Il contributo e` stato arricchito da alcune letture effettuate dagli studenti di un brano proveniente da "Il Sistema Periodico" di Primo Levi, la vita di Ugo Forno giovanissimo partigiano romano e di don Giuseppe Dossetti.

(prof. Luca Sbano)

1 commento: