Ad Menu

domenica 25 marzo 2012

Scuola di pizza per gli studenti della Rukmini Devi Public School di New Dehli


Il nostro Istituto ha ospitato un gruppo di studenti della Rukmini Devi Public School di New Dehli, che si trovano in Italia grazie ad un progetto di scambio in collaborazione con il Liceo Manara.
Le studentesse delle classi IV e VL hanno accompagnato gli studenti per le vie del quartiere illustrandone le attrattive storico-artistiche.

 
Alle 11 il gruppo era atteso in cucina dal prof. Diego Giordano che ha tenuto una lezione in cui ha spiegato tutte le fasi di realizzazione di una pizza.

La mattinata si è conclusa con una degustazione a base di pizza e piatti tipici della cucina romana.

Breve corso di storia della cucina dalle sue origini ai giorni nostri

Il PROGRAMMA del corso tenuto dal prof. Giuliano Manzi e rivolto agli studenti delle classi terze cucina. 

-Storia della cucina dai 3.000.000 di anni ai 300,000 anni, storiografia ed utilizzo degli alimenti esistenti in natura, dall’uomo vegetariano all’uomo onnivero, prove in cucina con radici e semi.
-Dai 300.000 anni ai 35.000 prima di Cristo. Approcci con gli animali, tipologia di cotture, abbinamento delle due diete vegetariana e carnivora, Prime difficoltà alimentari. Prove in cucina primi abbinamenti e tipologie di cibo crudo.
- Dai 35.000 anni ai 7.000 p.C, Homo Sapiens, Sapiens, manualità nel cucinare e nel coltivare, primi approcci con il fuoco, il mantenimento dello stesso, l’inizio della coltivazione e dell’allevamento domestico dalla Mesopotamia al bacini Mediterraneo, prove in cucina prime cotture di frumento, vegetali e carni, primi piatti prodotti da terzi. (Hostarie e luoghi di sosta per viaggiatori)
-Dal 7.000 a. C al I secolo d. C. l’uomo stanziale, la Magna Grecia, i mercati di distribuzione, l’origine dei prodotti, prime tecniche di preservazione dei prodotti, la cucina Etrusca, prime ricette scritte, primi menù. Prove in cucina alcuni piatti semplici della cucina del popolo Etrusco, inizio della cucina Romana. Il vino Etrusco, la birra.
- La cucina fino alla fine dell’Impero Romano, ricette e prove di cucina per la preparazione dei piatti. (Gavio Marco Apicio), il vino Romano, il banchetto, in cucina ricette romane suddivisione delle carni.
- Il Medioevo e la sua cucina, preparazione di ricette della cucina povera del basso e alto medio evo, bevande di vino, derivati e innovazioni. Ricette del tempo.
- La cucina Rinascimentale i prodotti del nuovo mondo, in cucina piatti dell’epoca, banchettistica, la strumentazione di cucina organizzazione e metodo sulla elaborazione e mantenimento dei prodotti
- L’Evoluzione, della cucina moderna, Artusi e l’unione delle cucine tipiche territoriali, piatti tipici evoluti nella creatività soggettiva dell’addetti alla ristorazione, in cucina tipologia di alimenti per banchettistica.
 Qualche ricetta realizzata dagli studenti


Romana “Patina” = Tortino di verdure con sfoglia di farro, garum, pecorino grattugiato.

Preparazione:  formate una sfoglia di farro o frumento e dividetela in due parti, cuocete in acqua salata, con una parte foderate  una teglia, e mettete un impasto di varie verdure a scelta, cotte con aglio olio e salsa di acciughe, “garum”riempite la teglia, copritela con del pecorino grattugiato a
ricoprite con la seconda sfoglia di pasta, infornate a 180 gradi per circa 30 minuti.

Storia del piatto, tipico prodotto della cucina di Apicio, amante delle verdure sia per il sapore che per la facilità di lavorazione  e del tempo d’impiego, piatto che permetteva di esser mangiato caldo o freddo, poteva essere preparato anche con carne o con pesce.  
                                                               -.-.-.-.-.-.-.-.-.-

Medio Evo: gnocchi di castagne al sugo di salsicce.

Preparazione: impastate ¼ farina di castagne, ¾ di frumento con un uovo ed acqua leggermente tiepida fatene un impasto morbido e rotondo che taglierete a pezzi di due/tre cm. Lasciate ascigare nel frattempo preparate una salsa con olio aglio e salsicce macinate, cuocete gli gnocchi appena scolati mettete in padella con la salsa, a fuoco spento aggiungete pecorino grattugiato. 

Storia del piatto: Tipico alimento dei contadini e del popolo, apprezzato per la sua potenzialità energetica  e per il gusto, poteva essere preparato con facilità in qualsiasi luogo, in quanto quello che attualmente chiamiamo gnocco era un impasto a strappo in quanto si cuoceva in acqua bollente gettando all’interno del recipiente pezzi di pasta strappandola con le mani per farne delle piccole porzioni, questo tipo di cottura permetteva ai contadini di portarsi da casa l’impasto già preparato; il più delle volte al posto della carne si utilizzavano per dare sapore lo strutto o le croste di formaggio.

                                                                 .-.-.-.-.-.-.-.-

Rinascimento: “Limonia” petti di pollo o spezzato di pollo in tegame con  salsa di limone,

Preparazione: un piatto particolarmente sapido e di facile preparazione in quanto anche se veniva preparato con carne di pollo, se ne potevano utilizzare altri tipi sia di terra che di volatili, gli ingredienti sono( carne, lardo, cipolle,mandorle, rossi d’uovo sodi, spezie, succo di limone).
Si prende un pollo, i più raffinati ne utilizzavano solo i petti, si friggevano con lardo e cipolle, si tritavano le mandorle già pelate ripassate con lardo di maiale, quindi si univano al pollo ed a cottura prima di servire si irrorava il piatto con succo di limone fuori dal fuoco,

Storia del piatto: Tipico piatto rinascimentale, che richiedeva una cottura lenta ed attenta per preservare i sapori ed i profumi delle spezie che venivano utilizzate con abbondanza nella cottura. Veniva servito con dei crostoni fritti profumati all’aglio o zenzero,

domenica 18 marzo 2012

Video viaggio della Memoria a Colonia e Marcinelle





In questo video i momenti più importanti del viaggio della Memoria a Colonia e Marcinelle.

15-17 MARZO 2012: VIAGGIO DELLA MEMORIA A COLONIA E MARCINELLE



Viaggio delle Memoria seguendo le orme dell'emigrazione italiana in Germania e Belgio : questo l'itinerario scelto per quest'anno scolastico nell'ambito delle diverse opzioni proposte dall'Assessorato alle politiche scolastiche del Comune di Roma.
http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW299004&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId%3Ajp_pagecode


Partiti il 15 marzo per Colonia gli studenti (sei a rappresentanza dell'Istituto, Denise D'agostino e Valentina Simone della IVD, Martina Muratori della VD, Cristiano Monti della IVE, Stefano Balgos e Valerio Gandin della IV F, scelti tra coloro che hanno seguito dall'inizio dell'anno scolastico le attività del progetto) hanno incontrato prima gli alunni dell'istituto Italo Svevo, scuola italiana a Colonia frequentata soprattutto da figli di emigrati) e si sono quindi confrontati in diversi seminari sui temi dell'emigrazione, dell'integrazione all'estero. Lo scambio è stato altamente formativo perché solo attraverso la testimonianza diretta è possibile cogliere la realtà delle cose. Perché si parte? Quanto forte è il desiderio di tornare? Quanto lontani sono i sogni dalla verità?
Il 16 la giornata è stata dedidata al ricordo dei drammatici fatti di Marcinelle; la visita alla miniera è stata interessante, l'incontro con alcuni minatori che hanno raccontato la vita in miniera, la tragedia, il dolore è stato commuovente. Bello l'abbraccio ideale collettivo quando tutti i ragazzi spontaneamente si sono alzati in piedi ed hanno applaudito per alcuni minuti i testimoni che avevano invitato i giovani a fare memoria del passato e dei tanti sacrifici fatti per un futuro migliore.


Il terzo giorno è stato dedicato alla visita della città di Colonia con guide che hanno spegato la storia e le particolarità di questo angolo di Germania.


L'esperienza è stata altamente formativa e andrà ora condivisa con quanti non hanno avuto la possibilità di partire quest'anno.


venerdì 16 marzo 2012

Corso di panificazione

Le classi 4 e 5G nell'ambito dei progetti previsti dai percorsi di Alternanza Scuola-lavoro, hanno seguito un corso di panificazione tenuto dal prof. Giordano e da esperti del settore con  l'obiettivo di approfondire le  conoscenze e le tecniche di base della lievitazione, i lieviti, il processo di la lievitazione, il glutine e storia e tradizione dei prodotti lievitati.

Le fasi del progetto:
1) Apertura del corso  con la presentazione del programma.Composizione e trasformazione delle farine. Gli alleati del glutine. Perché utilizzare le farine appropriate alla ricetta
2) Lezione sulla composizione dei lieviti, caratteristiche organolettiche (esperto esterno)
3) Laboratorio: Preparazioni di base, utili per l’apprendimento di alcune nozioni fondamentali per la formazione del  glutine.Come realizzare la pasta acida o madre e come mantenerla in vita. Prodotti da forno: pasta per babà,  pasta brioche pasta per pane e pizza ecc.

giovedì 15 marzo 2012

Premiazione delle eccellenze nella lingua francese

Il 14 marzo, nella splendida cornice della sede Convitto Nazionale, alla presenza dei rappresentanti dell’A.M.O.P.A., delle istituzioni scolastiche, del ministero della Pubblica Istruzione, del Bureau Linguistique dell’Ambassade Française, si è svolta la premiazione per l’anno accademico 2011/2012, delle eccellenze nella lingua francese degli studenti romani. L’A.M.O.P.A., (Association des Membres de l’Ordre des Palmes Académiques) prestigiosa associazione francese, seconda soltanto alla Légion d’Honneur, ogni anno premia tutti gli alunni che si sono distinti nello studio della lingua francese durante una suggestiva cerimonia nella quale vengono rilasciati degli attestati di merito. La cerimonia è stata particolarmente sentita quest’anno dato che si è celebrato il cinquantesimo anno della costituzione dell’associazione, e alla presenza di numerose autorità sono stati consegnati gli attestati. La nostra scuola vanta da diversi anni una stretta collaborazione con i membri dell’A.M.O.P.A. e ogni anno segnaliamo i nominativi di quegli allievi che si sono distinti nello studio della lingua francese. Per quest’anno sono stati premiati i seguenti alunni Edoardo Luongo VF , Livia Mazzuferi VG, Victoria Palazzari IV L, Alice Di Vetta IV L dell'indirizzo alberghiero e Alessia Gallozzi VA dell'indirizzo turistico, Nella speranza che sempre più ragazzi meritino questo splendido e valido riconoscimento, la Preside e i docenti dell’Istituto V. Gioberti felicitano i vincitori e incitano gli altri studenti a meritare il riconoscimento per il prossimo anno. Auguri a tutti! 
Prof.ssa Tiziana Tazzari

mercoledì 14 marzo 2012

Ospiti nella puntata del 14/3 alla PROVA DEL CUOCO


Per rivedere la puntata: La PROVA DEL CUOCO del 14/3/2012

Premio MIGLIOR PROGETTO DI COMUNICAZIONE

Gran Trofeo d’Oro della Ristorazione Italiana: 
La Dieta Mediterranea Patrimonio dell’Umanità.
Per la sesta volta il nostro Istituto è stato selezionato per la fase finale del Gran Trofeo d’Oro; Leonardo, Jacopo, Jordan (cucina) e Arianna e Francesca (sala) accompagnati dal prof. Matrecano (cucina) e dal prof. Sciarrone (sala) hanno rappresentato l’Istituto  in questa edizione. Grazie all’impegno e al lavoro di squadra hanno conquistato il prestigioso premio per il miglior progetto di comunicazione (con in giuria tra gli altri  Gualtiero Marchesi, Iginio Massari e Fabio Campoli).


Un concorso con più di cento studenti in gara, trenta scuole partecipanti è un ottimo banco di prova per i ragazzi che hanno la possibilità di confrontarsi con compagni provenienti dalle più prestigiose scuole alberghiere d’Europa. 

sabato 10 marzo 2012

Viaggio della memoria 2012: giornata di formazione

Giornata di formazione per il gruppo di alunni che parteciperà al viaggio della Memoria a Colonia e Marcinelle. Sono diversi anni che si lavora su percorsi di grande valore civile promossi dal Comune di Roma, le esperienze fatte hanno sempre lasciato un segno importante.
Auschwitz, Berlino, Praga, queste sono state le tappe degli ultimi anni; giovedì si parte per Colonia e Marcinelle , percorso inedito che porterà a recuperare uno spaccato importante della storia d'Italia caratterizzata da forti flussi migratori che in un secolo hanno condotto all'estero più di 27.000.000 di connazionali. Parlare di migrazioni oggi è quanto mai fondamentale e formativo, comprendere che migranti sono stati anche gli italiani può aiutare a confrontarsi meglio con tante realtà.


«Ragionare insieme alle scuole proprio nei giorni in cui concludiamo il 150mo dell’Unità d’Italia su ciò che ha comportato l’emigrazione italiana, incontrando in prima persona le comunità di Colonia e di Marcinelle, è un’opportunità imperdibile per insegnare ed imparare ad immedesimarsi, con la testa e con il cuore, nell’esperienza dei migranti di oggi». Lo ha dichiarato l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale Gianluigi De Palo che accompagnerà i 240 studenti di 40 scuole romane.


Nel corso di questo viaggio De Palo e i ragazzi incontreranno, tra gli altri, gli studenti della scuola italiana ‘Italo Svevo’ di Colonia, il Console italiano della città tedesca, Eugenio Sgrò, il Vice-Console italiano a Charleroi, Andreina Conti, il Direttore del ‘Bois du Cazier’, Jean-Louis Delaet, e l’ex-minatore italiano Urbano Ciacci .

mercoledì 7 marzo 2012

Concorso interno di sala: Primi piatti alla lampada

Giovanissimi Maitre alla Lampada si sono cimentati nella preparazione di primi piatti, che hanno preparato davanti ad una giuria che ha valutato non solo la preparazione ma anche l'esposizione sia in lingua inglese che francese. I piatti sono stati accompagnati da ottimi vini presentati e degustati dai compagni nel ruolo di sommelier

I VINCITORI
PRIMO POSTO 2H
Andrea Salis
Alessio Corrias
Andrea Castelli
SECONDO POSTO 2M
Luca Mancini
Chavez Calderon
Mattia Porsi
TERZO POSTO
Andrea Caroselli
Simona Sannino
Tistan Pagdanganan Panustan