Ad Menu

domenica 18 marzo 2012

15-17 MARZO 2012: VIAGGIO DELLA MEMORIA A COLONIA E MARCINELLE



Viaggio delle Memoria seguendo le orme dell'emigrazione italiana in Germania e Belgio : questo l'itinerario scelto per quest'anno scolastico nell'ambito delle diverse opzioni proposte dall'Assessorato alle politiche scolastiche del Comune di Roma.
http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW299004&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId%3Ajp_pagecode


Partiti il 15 marzo per Colonia gli studenti (sei a rappresentanza dell'Istituto, Denise D'agostino e Valentina Simone della IVD, Martina Muratori della VD, Cristiano Monti della IVE, Stefano Balgos e Valerio Gandin della IV F, scelti tra coloro che hanno seguito dall'inizio dell'anno scolastico le attività del progetto) hanno incontrato prima gli alunni dell'istituto Italo Svevo, scuola italiana a Colonia frequentata soprattutto da figli di emigrati) e si sono quindi confrontati in diversi seminari sui temi dell'emigrazione, dell'integrazione all'estero. Lo scambio è stato altamente formativo perché solo attraverso la testimonianza diretta è possibile cogliere la realtà delle cose. Perché si parte? Quanto forte è il desiderio di tornare? Quanto lontani sono i sogni dalla verità?
Il 16 la giornata è stata dedidata al ricordo dei drammatici fatti di Marcinelle; la visita alla miniera è stata interessante, l'incontro con alcuni minatori che hanno raccontato la vita in miniera, la tragedia, il dolore è stato commuovente. Bello l'abbraccio ideale collettivo quando tutti i ragazzi spontaneamente si sono alzati in piedi ed hanno applaudito per alcuni minuti i testimoni che avevano invitato i giovani a fare memoria del passato e dei tanti sacrifici fatti per un futuro migliore.


Il terzo giorno è stato dedicato alla visita della città di Colonia con guide che hanno spegato la storia e le particolarità di questo angolo di Germania.


L'esperienza è stata altamente formativa e andrà ora condivisa con quanti non hanno avuto la possibilità di partire quest'anno.


Nessun commento:

Posta un commento