Ad Menu

martedì 30 ottobre 2012

Al PA.BO.GEL: con ....cooking show!

I ragazzi della nostra scuola stanno facendo la parte del leone nello stand della Federazione Italiana Cuochi al Salone Biennale Internazionale Pa.Bo.Gel., alla Fiera di Roma, dedicato ai professionisti del settore della ristorazione. 
 Già da alcuni giorni i nostri alunni fanno servizio di cucina, sala e accoglienza per tutte le manifestazioni di questo attivissimo stand. Oggi alcune classi hanno visitato questa fiera che espone tutte le novità in fatto di attrezzature, prodotti e servizi e hanno potuto assistere ai "cooking show" degli chef più famosi del momento assistiti dai loro compagni. 
Tra gli altri, il loro insegnante, prof. Claudio Matrecano, che si è esibito in un piatto molto applaudito - una piccola boule di spigola farcita di ricotta di bufala allo zafferano e pistacchi, su un letto di vellutata di zucca, decorata con chips di patata viola. Ovviamente, gli speakers ufficiali dell'evento hanno sottolineato l'apprezzata presenza, nutrita, puntuale e professionale, dei nostri alunni. Una giornata di approfondimento culturale e professionale, nonchè di grande riconoscimento qualitativo per la nostra scuola.

lunedì 29 ottobre 2012

Studenti al Premio Arci all'innovazione.


Domenica 28 Ottobre un folto gruppo di nostri alunni delle classi terze di Sala e di Accoglienza hanno prestato servizio presso Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma, per servire un buffet freddo e coordinare la premiazione del Premio Arci all'innovazione.
I nostri alunni hanno ricevuto una serie di encomi per la professionalità con cui hanno svolto il servizio nonostante le condizioni climatiche negative e il gran numero dei partecipanti.

Nella foto una parte degli studenti accompagnati dal prof. Battistini 

Elisa Giacomelli, 3D, racconta il viaggio della Memoria

Viaggio della Memoria 2012 dedicato al grande Shlomo Venezia

Perché non vengano mai dimenticati gli orrori del XX secolo



42 scuole romane in visita  ai campi di concentramento in Polonia

  
Si è concluso da pochi giorni il Viaggio della Memoria che Roma Capitale organizza ogni anno, offrendo ai ragazzi delle scuole romane l’opportunità di visitare i luoghi dove, negli anni ’40 del ‘900, sono stati attuati  gli stermini che hanno coinvolto, prevalentemente ma non solo, la popolazione ebraica. Hanno preso parte al progetto “Roma nel cammino della memoria: percorsi e viaggi di storia, cultura e impegno civile” 42 scuole secondarie di secondo grado,accompagnate dal sindaco Alemanno, dall’assessore alla famiglia, all’educazione e ai Giovani Gianluigi de Palo, dallo storico Marcello Pezzetti, dai sopravvissuti Sami Modiano e le sorelle Bucci e dal picchetto d’onore della Squadra dei Vigili Urbani.
Prima del viaggio, svoltosi nei giorni 23-24-25 Ottobre, si è tenuto un incontro preparatorio in data 16 c.m. presso la Protomoteca del Campidoglio, alla presenza del Sindaco, dell’Assessore, dei ricercatori del Museo della Shoah e di Marcello Pezzetti. Tramite documenti storici e filmati si è voluto contestualizzare il tutto nel periodo storico di riferimento.
Il progetto, una volta giunti in Polonia,  prevedeva la visita del ghetto ebraico "Kazimierz" a Cracovia, dei campi di Auschwitz-Birkenau e del centro storico della città. A Birkenau è stata data agli studenti la possibilità di visitare con guide polacche le strutture interne al campo, ascoltando contemporaneamente le testimonianze dei sopravvissuti con non pochi momenti di intensa commozione. Al Krematorium II di Birkenau e al Muro della Morte ad Auschwitz sono state deposte due corone di commemorazione da parte del sindaco Alemanno ed inoltre, al primo sito, il Rabbino della Comunità Ebraica di Roma ha recitato una preghiera insieme ai ragazzi ebrei presenti.
“Grazie a Dio” racconta Sami Modiano“oggi sono qui con i ragazzi; non soltanto oggi ma l'ho fatto  anche negli anni precedenti, per trasmettere ai giovani la mia esperienza e far capire loro quanto sia importante  che questo non succeda mai più! Spero che non vedano quello che hanno visto i miei occhi. I miei occhi qui a Birkenau hanno visto cose orrende che nessuno si può immaginare...“
Quest’anno si è colta l’occasione di dedicare il viaggio al sopravvissuto Shlomo Venezia, deceduto a Roma il 1° Ottobre 2012, che ha presenziato ad altri viaggi di questo genere negli anni precedenti, portando il suo vissuto pieno di drammaticità e di tutte le intense emozioni provate.
Come sempre lo scopo del progetto è riuscito pienamente perché i ragazzi, noi per primi, dopo questa esperienza riescono a vedere il mondo e ciò che li circonda sotto una luce diversa.

Elisa Giacomelli classe 3D

domenica 28 ottobre 2012

Viaggio della Memoria: l'importanza di conoscere per ricordare

 Di ritorno dal viaggio della Memoria ad Auschwitz e Birkenau l'imperativo è solo uno: ricordare. Adesso inizia il percorso più difficile e più importante, la condivisione con gli altri studenti che non hanno avuto il privilegio di partecipare.
L'esperienza è stata forte e toccante come  nessun libro, film, documentario, lezione o seminario  può essere. 
Vedere gli spazi infiniti, il cielo grigio, sentire il freddo penetrare nelle ossa nonostante giacconi, cappelli e sciarpe, percepire nell'aria lo strazio di quello che è accaduto: questo è quello che si prova quando si arriva ad Auschwitz e a Birkenau. 
Sentire poi dalla viva voce dei testimoni,che ancora si ha il privilegio di ascoltare, il racconto tragico di quell'esperienza è un qualcosa che segna per sempre.
Tutti dovrebbero andare e vedere per capire e rendere la memoria strumento per costruire un futuro migliore.
Con Sami Modiano e le sorelle Bucci, testimoni 
Un ringraziamento va a Roma Capitale che da anni rende possibili questi viaggi della Memoria fornendo a docenti e studenti opportunità importanti di confronto e crescita.
Con l'assessore Gianluigi De Palo

mercoledì 24 ottobre 2012

Viaggio della Memoria: primo giorno visita al ghetto ed incontro con i testimoni

23 ottobre 2012: Cracovia accoglie con un leggera pioggia la delegazione delle 40 scuole romane, tra le quali 6 nostri alunni accompagnati dalla prof.ssa Fiammetta Sigismondi,  che partecipano al "viaggio della Memoria" organizzato da Roma Capitale. Fa freddo quando gli studenti, accompagnati da Marcello Pezzetti, visitano il ghetto che ancora oggi rende perfettamente percepibili quelle pagine drammatiche di Storia. 
La sera incontro con i testimoni , le sorelle Bucci e Sami Modiano, per preparare la visita di oggi ad Auschwitz e Birkenau. 
http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW380019&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

mercoledì 17 ottobre 2012

Incontro di preparazione in vista del viaggio della Memoria


http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW377709&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

Si è svolto al Campidoglio, sala della Protomoteca, l'incontro di formazione con gli studenti di 40 scuole romane che il 23 ottobre partiranno per il viaggio della Memoria ad Auschwitz e Birkenau. 6 studenti a rappresentanza dell'istituto, accompagnati dalla prof.ssa Sigismondi, hanno avuto l'opportunità di partecipare e fare questa importante esperienza di vita. Il loro compito sarà quello di riferire ai loro compagni e condividere emozioni, sensazioni e   fatti.
Tutte le attività del progetto attivate nell'ambito dell'offerta formativa sono aperte a quanti intendono approfondire e conoscere meglio la Shoah ed i grandi e drammatici fatti della storia del Novecento.

venerdì 12 ottobre 2012

Daniele Zaccagnini a "cuochi e fiamme"

Daniele Zaccagnini, diplomatosi a luglio al termine di un brillante percorso scolastico, ha partecipato alla trasmissione "cuochi e fiamme", trasmessa su la 7d il 10 ottobre.  Ha dato prova di grande abilità, sicurezza e professionalità sostenendo perfettamente l'immancabile tensione e concludendo le prove praticamente a punteggio pieno aggiudicandosi il premio in palio. 


Di seguito il link per rivedere l'intera puntata
http://www.la7.tv/richplayer/index.html?assetid=50284777

Istruzione professionale a confronto: incontro con un team di docenti danesi




Un gruppo di docenti del centro di formazione professionale danese  Lolland Falster, con sedi a Nakskov, Maribo e Nykøbing, ha visitato oggi i laboratori e le aule dell'Istituto, confrontandosi con alcuni insegnanti su didattica ed obiettivi. Si sono messi a confronto due sistemi scolastici molto diversi, ciascuno con specificità e punti di forza indiscutibili, basati su tradizioni comunque molto differenti. Gli ospiti hanno avuto l'opportunità di assistere alla prima lezione di taglio della frutta della classe 3E ed hanno assaggiato alcune delizie dolciarie preparate dagli alunni della 3G. 

Tre neo-diplomati alla scuola internazionale di cucina italiana ALMA


Una grande opportunità è stata offerta a tre alunni neodiplomati, Stefano La Scalia Vd, Cristiano Verdini Ve e Daniele Zaccagnini Vf, che hanno frequentato un corso  presso la scuola internazionale di cucina italiana ALMA tenutosi dal 30 luglio al 3 agosto 2012. Si è trattato di una sorta di borsa di studio a coronamento del percorso scolastico.
I ragazzi hanno avuto modo di confrontarsi con tanti coetanei provenienti da diverse scuole italiane e hanno seguito corsi  di storia della cucina italiana, bibliografia e critica gastronomica. Lo chef Gualtiero Marchesi ha personalmente seguito gli allievi.
Di fatto il percorso si è poi diviso in  due sezioni di indirizzo, la Sommellerie per gli allievi di sala e bar e Pasticceria per gli allievi di cucina.

                                      
Alla fine dei corsi è stata organizzata una cena di gala che ha visto protagonisti gli allievi di cucina per quanto riguarda la preparazione dei piatti da consumare e gli allievi di sommellerie che hanno provveduto alla preparazione e all'allestimento della sala e successivamente hanno presentato dei formaggi e dei vini da servire durante la cena.
Stefano La Scalia afferma che si è trattato di una bellissima esperienza, molto interessante ed istruttiva, un'opportunità per fare amicizie e condividere con tanti ragazzi esperienze nel settore enogastronomico. Augura  a tutti i prossimi neodiplomati di fare questo tipo di esperienza per perfezionare le conoscenze acquisite.