Ad Menu

domenica 18 marzo 2018

Corso di difesa personale

Dalla redazione del modulo Blogging. Post realizzato da Giulia Fornasiere, classe 3i

Oggi,13 Marzo 2018 è iniziato il corso di difesa personale, chiamato così perché riguarda la persona.
Questo corso è diretto dalla prof.ssa Fioravanti Letizia, che parlando dell'attività di difesa personale organizzata dalla scuola nell'ambito del progetto PON inclusione e lotta al disagio, ci ha spiegato  come un divertimento, unito alla preparazione atletica e a quella tecnica possa, appunto rendere un'attività più coinvolgente.

I punti fondamentali da tenere a mente sono quattro:
1. La prevenzione, perché è molto importante quando si è in giro da soli darsi un' occhiata intorno.
2. Meglio difendersi che attaccare, se non è necessario non bisogna attaccare.
3. La difesa proporzionata all'attacco, perché è meglio reagire con la stessa forza e allo stesso modo con cui l'altra persona attacca.
4. La frequenza, per preparare il proprio corpo.

La prof.ssa Venditti e il prof.re Cavallo che si cimentano in difesa personale
L'obiettivo di questo corso è stato illustrato dalla prof.ssa Fioravanti:"Pratico arti marziali da quando avevo 15 anni e ho sempre contatti nell'ambito della federazione, alla quale sono affiliata e con la quale sono insegnante da quasi 40 anni, per questo ho deciso di fare questi corsi di difesa personale, che sono iniziati per le ragazze, per poi arrivare alla mano di tutti. È un percorso più breve rispetto ad un corso normale, che dura tanti anni, scelto principalmente perchè le persone che possano trovarsi in difficoltà abbiano la capacità e la consapevolezza di sapersi difendersi."




"Mi piace il movimento e di questi tempi serve l'autodifesa" ci dice un'allieva.
"Lo trovo un allenamento faticoso, ma allo stesso tempo divertente" dice un'altra.


Primi esercizi di difesa.

Il corso parte con un riscaldamento attivo e divertente, basato sul movimento, per poi passare ai primi esercizi di difesa, illustrati di sopra. Un esercizio molto importante è stato quello sulle cadute, per insegnare a cadere nel modo giusto, senza farsi male e rialzarsi poi velocemente.


Nessun commento:

Posta un commento